Convegni


MILLE E UNA MOLECOLA: STORIA A COLORI DI UN PEZZO DI VETRO

Nell’ambito della mostra POP MICROSCOPY, giovedì 14 marzo 2019 alle ore 17,30, presso il Museo di Storia Naturale - Via Brigata Liguria 9 - Genova, si terrà la conferenza di Alberto Diaspro

MILLE E UNA MOLECOLA: STORIA A COLORI DI UN PEZZO DI VETRO.
Racconto tecnologico per spiegare il vivente con gli occhi più nanotecnologici di cui l’uomo possa disporre.

Siamo circa 7 miliardi di persone, con 76 organi e decine di miliardi di cellule ciascuno. Mille, "alf" in arabo, a significare innumerevoli come la raccolta di storie che a partire dal X secolo, con varia ambientazione storico-geografica, dà corpo alle "Mille e una notte" narrata da Shahrazād. Mille e l'incredibile DNA che sta raggomitolato in ognuna delle nostre cellule a scandirne la vita, nel bene e nel male, nella salute e nella malattia. Un gomitolo che se lo potessimo srotolare sarebbe lungo due metri per ognuna delle nostre cellule grandi un milionesimo di metro ciascuna.
Noi con un pezzo di vetro e la luce dell'arcobaleno scaleremo le dimensioni del vivente dal metro del nostro corpo ai centimetri dei nostri tessuti e organi fino al decimo di millimetro e oltre quello che i nostri occhi possono vedere. Scenderemo alla nanoscala, il miliardesimo di metro, con la nostra lanterna magica fatta di luce e di occhi eccezionali che ne colgono i colori in tutte le loro sfumature. Useremo il microscopio ottico per studiare il vivente, per seguirne l'organizzazione nello spazio e nel tempo e capire come prevenire e curare le malattie quando serve.
Sarà la storia di un pezzo di vetro portatore di luce e il vivente che restituisce i segnali luminosi, meno dannosi di quelli di fumo. Sarà un racconto tecnologico per spiegare il vivente visto con gli occhi più tecnologici, più nanotecnologici, di cui l'uomo possa oggi disporre che trasforma la nostra vista in super vista per osservare DNA e proteine direttamente. Certo parleremo di risoluzione e della super risoluzione dei Nobel ma sarà divertente, ci muoveremo tra una storia e l'altra, tra un luogo e l'altro. Racconti alla nanoscala come piacerebbe tanto a Shahrazād e Feynman uniti dalla ricerca della bellezza e dal senso di meraviglia che dà la conoscenza.


Alberto Diaspro è “deputy director”, direttore di Nanofisica e del Nikon Imaging Center all’IIT, Accademico dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere e Professore Ordinario di Fisica applicata al Dipartimento di Fisica dell’Università di Genova. Ha pubblicato oltre 350 articoli su riviste internazionali e 6 libri con oltre 11.000 citazioni (H=49). Il suo gruppo di ricerca è leader mondiale in nanoscopia ottica e biofisica alla nanoscala. Ha ricevuto l’Emily M. Gray Award per i “significativi contributi internazionali alla formazione in biofisica” ed è Presidente del Consiglio Scientifico del Festival della Scienza.