Mostre


Adriatico senza confini. Via di comunicazione e crocevia di popoli nel 6000 a.C.

La mostra Adriatico senza confini. Via di comunicazione e crocevia di popoli nel 6000 a.C., inaugurata lo scorso 8 ottobre in occasione della XLIX Riunione Scientifica dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria dedicata al Friuli rimarrà aperta sino al 22 febbraio 2015 nelle sale espositive del Castello di Udine.

Il percorso espositivo intende far conoscere le più importanti acquisizioni di decenni di indagini archeologiche nell’Adriatico orientale, compiute da parte degli archeologi di Italia, Slovenia e Croazia. La mostra ha come denominatore comune il proposito di rileggere la storia collettiva delle comunità neolitiche affacciate sulla costa orientale dell’Adriatico, col fine di individuare una possibilità di incontro e di reciproco arricchimento. Infatti, questi siti geograficamente distanti sono, ad una attenta analisi, legati da rapporti intensi e ciò che complessivamente emerge è una comune radice culturale, che probabilmente è da ritenersi imprescindibile per aree costiere, più facilmente attraversate dal movimento costante di genti.